La guerra di Klamm

Dal 08 giugno 2012 al 09 giugno 2012

di Kei Hensel
traduzione Umberto Gandini
regia e scena Filippo Dini
con Antonio Zavatteri
luci Sandro Sussi
Compagnia Gank, Genova

Un attore, una cattedra, una sedia. L`insegnante Klamm, troppo vecchio per ricominciare da capo, troppo giovane per la pensione anticipata, si trova di fronte a una classe (il pubblico) che gli ha dichiarato una guerra di mutismo. L’accusa è di aver provocato il suicidio di uno studente con un voto negativo…

Un attore, una cattedra, una sedia. L`insegnante Klamm, troppo vecchio per ricominciare da capo, troppo giovane per la pensione anticipata, si trova di fronte a una classe (il pubblico) che gli ha dichiarato una guerra di mutismo. L’accusa è di aver provocato il suicidio di uno studente con un voto negativo che ha portato alla bocciatura del ragazzo. Ma Klamm non accetta di essere messo sotto processo. Si difende con un astio che mal cela la sua crisi esistenziale, destinata a evidenziarsi nel corso di un monologo sempre più carico di tensione drammatica. La guerra di Klamm è un testo sulla scuola, sugli adulti mal equipaggiati nel rapporto con gli adolescenti, ma anche soprattutto un raffinato studio sui rapporti di forza, sulla violenza del silenzio contro quella della parola. Un dramma, attraversato da momenti di forte comicità, firmato da Kai Hensel, scrittore nato ad Amburgo nel 1965.

Kai Hensel è una delle figure più interessanti del panorama letterario e teatrale tedesco contemporaneo. Autore capace di rappresentare l’oggi come choc della coscienza rispetto alla crudele quotidianità.