Lunaria

Compagnia Lunaria Teatro - Genova

In una Palermo di fine Settecento, una mattina il Viceré si sveglia madido e tremante: ha sognato che la Luna è caduta dal cielo e, una volta raggiunto il terreno, si è spenta. Come per magia, il Vicerè, a una riunione e che di lì a poco si sarebbe svolta nelle sale del Palazzo Reale, posa lo scettro sulla mappa dei possedimenti e s’impunta su una estrema Contrada senza nome. Proprio lì, alcuni villeggianti guardano sorpresi la Luna che sta per sorgere e che appare insolitamente grande e colorata, in parte di rosso scarlatto. Il fenomeno è oggetto di molte astruse congetture da parte di diversi personaggi, che circondano il malinconico Vicerè (la moglie Dona Sol, l’Inquisitore Don Tristano Calavera, il Ciantro della Cattedrale, gli Accademici dell’Accademia dei Platoni Redivivi….). Anime pure sono i villani della remota contrada senza nome (che parlano un dialetto di origine nordica nel cuore della Sicilia) che fanno il funerale alla luna e ne portano un pezzo al Viceré. E quando il Vicerè raggiunge la remota contrada l’astro risorge, ma mancante di un piccolo pezzo…  Lunaria è una favola scritta da Vincenzo Consolo, premio Pirandello 1985, che Daniela Ardini e Giorgio Panni hanno trasposto sulla scena nell’86 in una memorabile edizione che viene qui riproposta nell’intepretazione di Pietro Montandon, dopo il successo della “sua” Maruzza Musumeci.

di Vincenzo Consolo • con Pietro Montandon • fonica e luci Luca Nasciuti • costumi Maria Angela Cerruti • scene Giorgio Panni e Giacomo Rigalza •  regia Daniela Ardini • Lunaria Teatro Genova14_53_LUNARIA

Date dello spettacolo

26

ore 21.15

novembre 2020

giovedì

Turno abbonati: Autunno 2020 - Autunno 2020

27

ore 21.15

novembre 2020

venerdì

Turno abbonati: Autunno 2020 - Autunno 2020