Echoes

369gradi Produzioni

PPP_8791 copiaIn un futuro distopico e vicino a noi la Terra è divisa in grandi blocchi governativi. Non esiste la democrazia come la conosciamo. Non esiste l’umanità come la intendiamo oggi. Una bomba è stata sganciata in un agglomerato urbano, sono morte un milione di persone. Un giornalista, De Bois, intervista il responsabile della carneficina, il misterioso Ecoh. La domanda è semplice e precisa: perché?

I due interlocutori si fronteggiano in un duello verbale, un confronto secco, in una sorta di bunker, con un inaspettato capovolgimento dei ruoli. A poco a poco i due uomini diventano sempre più complementari ed il confine tra bene e male risulta sempre più labile. Lo spettacolo si svolge attorno a un tavolo e ciò che avviene in scena è uno svisceramento di tematiche come la Politica, l’Economia, il Potere, la Religione e soprattutto l’Uomo e le sue paure.

 

di Lorenzo de Liberato • regia Stefano Patti • traduzione Marco Quaglia • con Marco Quaglia e Stefano Patti • scene Barbara Bessi • costumi Marta Genovese • disegno luci Paride Donatelli disegno suono Matteo Gabrielli e Samuele Ravenna • assistente alla regia e live set Cristiano Demurtas • voce fuori campo Giordana Morandini • Produzione 369 gradi – Roma • progetto sostenuto da Carrozzerie Not – residenza produttiva Teatro Studio Uno

Date dello spettacolo

03

ore 21.15

dicembre 2020

giovedì

Turno abbonati: Autunno 2020 - Autunno 2020

04

ore 21.15

dicembre 2020

venerdì

Turno abbonati: Autunno 2020 - Autunno 2020

05

ore 21.15

dicembre 2020

sabato

Turno abbonati: Autunno 2020 - Autunno 2020